Polline proprietà e 7 benefici: guida sull’utilizzo sicuro

Il polline d’api è l’alimento più completo che la Natura abbia creato. Troviamo insieme, in una proporzione molto bilanciata, tutti i nutrienti necessari per sostenere la vita. Per i suoi benefici, molti specialisti lo raccomandano come un super-alimento per il benessere quotidiano. Ecco alcuni consigli per utilizzarlo al meglio.

Polline proprietà e benefici

Come tutte le specie – ad eccezione dell’uomo – le api ricercano in Natura e producono il cibo più nutriente per darlo ai loro piccoli. Per il benessere della famiglia di api il polline è importante tanto quanto il miele, essendo la sola fonte di proteine per la produzione di cibo per le larve e per lo sviluppo corporeo delle api appena nate.

E’ incredibile comunque come le api, tra migliaia di fioriture, scelgano con saggezza le piante dalle proprietà nutrizionali migliori !

Nell’antica medicina cinese e nell’ayurveda il polline delle api è stato utilizzato per migliaia di anni essendo considerato un tonico energetico e nutritivo. Nelle culture di tutto il mondo è utilizzato in un incredibile numero di applicazioni:

  • Migliorare la resistenza
  • Prolungare la longevità
  • Recupero dopo malattie croniche e crescere di peso durante periodi di convalescenza
  • Prevenire le malattie infettive come il raffreddore e l’influenza (grazie alle sue proprietà immunostimolanti).

1. Polline proprietà dai 200 nutrienti

Il polline d’api è un alimento completo derivato dalle piante in quanto troviamo insieme tutti i nutrienti necessari per sostenere la vita. Nei granuli di polline raccolto dalle api (da specie diverse di piante) sono state individuate circa 200 sostanze.

Tra queste le sostanze basiche sono proteine, aminoacidi, carboidrati, lipidi e acidi grassi, composti fenolici, enzimi e coenzimi come anche vitamine e minerali.

In più nel polline d’api sono presenti:

  • acidi nucleici RNA (acido ribonucleico) e DNA (acido desossiribonucleico)
  • fattori antibiotici
  • lecitina

Nel polline raccolto dalle api le proprietà nutrizionali variano molto in funzione dell’origine botanica del fiore e dipende anche dal modo di conservazione e dalla freschezza.

Gli stessi valori nutrizionali – polline sintetico non uguale

Polline proprietà nutrizionali - granuli

Uno dei più interessanti aspetti del polline è che non può essere riprodotto in laboratorio. Sono state fatte migliaia di analisi chimiche sul polline d’api, ma esistono alcuni elementi che non sono ancora bene identificati.

Quando un polline realizzato in laboratorio è stato utilizzato per nutrire le piccoli api, queste sono morte tutte anche se il polline sintetico possedeva gli stessi nutrienti conosciuti.

La fabbricazione del polline rimane un segreto delle api ed è un regalo inestimabile che ci donano da migliaia di anni.

2. Polline d’api: la migliore fonte vegetale di aminoacidi

Il polline è più ricco in proteine di qualsiasi fonte animale (rapportato a 100 g). Contiene più aminoacidi rispetto alla carne di bovino e delle uova. Possiede lo stesso livello di proteine del formaggio.

Nella sua composizione il 30-40% sono proteine aminoacidi liberi disponibili per essere assimilati e utilizzati subito dall’organismo. Negli anni ’90 si pensava che gli aminoacidi erano circa la meta della quantità totale di proteine, ma recenti analisi hanno rilevato che sono circa 10.4%.

Alcuni studi di laboratorio hanno rilevato che in diverse varietà botaniche di polline si possono trovare da 14 a 21 aminoacidi, tra cui in concentrazione più elevata è GlutamminaAspartatoProlina.

In funzione della varietà di polline sono presenti in proporzioni variabili aminoacidi essenziali, indispensabili per un’alimentazione sana ed equilibrata:

Polline proprietà: la miglior fonte di proteine nobili fino a 21 aminoacidi

  • fenilalanina
  • isoleucina
  • lisina
  • leucina
  • metionina
  • treonina
  • triptofano
  • valina
  • istidina (aminoacido essenziale nei periodi di crescita.)

Per avere TUTTI gli aminoacidi è preferibile consumare vari tipi di polline.

Questa sua proprietà lo rende una fonte di proteine nobili per le persone che non mangiano proteine animali come i vegetariani, ma anche per i bambini.

Soprattutto per coloro che svolgono attività sportiva il polline è una valida alternativa 100% naturale che può sostituire con successo i tradizionali integratori di aminoacidi e proteine. 

3. Polline proprietà energizzanti e rivitalizzanti

“Il polline d’api è la più ricca fonte di vitamine che si trova in Natura concentrata in un unico alimento” affermano i ricercatori dell’ Istituto di Apicoltura Taranov, Russia, i quali aggiungono:

“anche se non avesse nessun altro dei suoi ingredienti vitali, solo il suo contenuto di rutina, utile a rafforzare i vasi capillari, giustificherebbe l’assunzione di almeno un cucchiaio al giorno”.

Multivitaminico naturale

Il polline d’api crudo, appena raccolto è estremamente ricco in rutina, probabilmente in quantità maggiore rispetto a tutti gli altri alimenti.

Il polline contiene abbondanti quantità di pro-vitamina A (in forma di beta-caroteni), complesso B ( B1, B2, B3, B4, B5, B6, B12), acido folico, vitamina C, E, H ed F.

Polline benefici come rivitalizzante ricco di vitamine

Sali minerali naturali ad alta bio-disponibilità

Nel polline si trovano in forma biodisponibile minerali molto importanti per il metabolismo cellulare come: macroelementi (Potassio, Magnesio, Calcio) e oligoelementi: Fosforo, Ferro, Zinco, Cromo, Manganese, Selenio.

La composizione molto bilanciata permette un assorbimento notevole se il polline non ha subito un’essiccazione con temperature oltre 30-32°C.

La maggior parte delle persone notano un aumento di energia e maggior vitalità in seguito al consumo del polline crudo già dopo qualche settimana.

4. Polline proprietà antiossidanti uniche in Natura

Il polline deumidificato fresco fornisce un alto contenuto di componenti antiossidanti con grande bio-attività come:

  • flavonoidi (tra cui quercitina)
  • caroteni (tra cui beta-carotene, licopene)
  • acidi organici fenolici: acido p-hydroxybenzoico, p-cumarico, acido vanillico, gallico e ferulico
  • selenio.

Con tutti i suoi limiti, il coefficiente ORAC (Oxygen radical absorbance capacity) è stato per molti anni un punto di riferimento per il pubblico nel comprendere la capacità degli alimenti crudi di contrastare i processi ossidativi.

Attraverso un’analisi fatta dai laboratori Brunswick (USA), un polline raccolto da un azienda americana ha registrato il valore ORAC 247 – il più alto registrato da un qualsiasi altro alimento crudo. In seconda posizione troviamo le More (Black Raspberries) con un valore ORAC di 164, seguite dal Melograno (Pomegranates) – 105 e  Mirtilli selvatici (Wild bluberies) – 61.

Polline proprietà antiossidanti: il valore ORAC più alto tra i cibi antiossidanti

5. Polline proprietà antibatteriche e antimicotiche

Studi in vitro realizzate dai ricercatori spagnoli e pubblicate nella rivista Food and Chemical Toxicology hanno dimostrato che il polline d’api mostra la più importante attività antimicrobica contro batteri Gram-positivi come Staphylococcus aureus.

Segue l’attività antibiotica contro batteri Gram-negativi come batteri intestinali patogeni –Escherichia coli, ma anche Klebsiella pneumoniae e Pseudomonas aeurgionsa. Da notare anche la sua sua azione antimicotica contro Candida albicans.

Gli specialisti concludono che queste sue proprietà si manifestano in un polline ricco in flavonoidi e acidi fenolici.

Studi più approfonditi in vivo e nell’uomo sono necessari per confermare le condizioni in cui il polline può essere efficiente anche nel caso alcune infezioni virali e batteriche, come salmonella.

6. Polline proprietà benefiche per il cuore

Gli studi hanno confermato che esistono differenze considerevoli tra i vari tipi di polline che possono contenere tra 1-13% di acidi grassi. Nella letteratura di specialità la quantità media di lipidi nel polline è considerata di circa 5,1%.

Dalle analisi di laboratorio risulta che sono costituiti principalmente da acidi grassi insaturi che rappresentano circa il 70%. Tra questi soprattutto acido palmitico, oleico, lignocerico e acido linoleico (precursore del omega-3).

Una menzione a parte meritano gli acidi grassi essenziali (EFAs) che rappresentano circa 3% dalla quantità totale di lipidi.

Altri componenti importanti sono gli steroli (fitosteroli). Sono acidi grassi essenziali notoriamente utilissimi per l’apparato cardiovascolare, che contribuiscono ad abbassare il colesterolo cattivo. Le analisi hanno indicato che nel polline di castagno sono maggiori quantità di steroli rispetto agli altri tipi di polline.

Polline di castagno biologico deumidificato a freddo Piemonte

Polline di castagno biologico deumidificato a freddo – prodotto artigianale raccolto in Piemonte.

7. Polline: benefici confermati dalle ricerche

Per le sue caratteristiche eccezionali, le proprietà nutrizionali del polline d’api sono oggetto di numerose ricerche in tutto il mondo. In particolare sono interessanti i risultati sulla sua attività antiossidante  nelle ricerche in vivo:

1. Polline aumenta la produzione di Glutatione

Ultimamente numerosi studi hanno dimostrato che il Glutatione (un peptide costituito da 3 aminoacidi) è il più potente ed importante fra gli antiossidanti prodotti dall’organismo.

Negli studi di laboratorio gli animali che avevano subito danni ossidativi dalle radiazioni con raggi-X hanno riportato una crescita di contenuto di Glutatione in seguito alla somministrazione di polline.

2. Polline per il fegato

Dopo l’assunzione di polline d’api si è notato una diminuzione dello stato ossidativo generale negli animali che presentavano alti livelli di tossicità in laboratorio – risulta da uno studio pubblicato su Food and Chemical Toxicology.

Vari studi hanno confermato che il polline aiuta la disintossicazione del fegato.

Il ruolo epatoprotettivo del polline è di grande interesse perché può essere uno degli alimenti essenziali nelle diete specifiche che devono contrastare lo stress ossidativo e il “fegato grasso”.

3. Polline per soggetti anemici

Studi di laboratorio hanno dimostrato che il consumo di polline d’api ha un effetto positivo nei pazienti anemici. I loro livelli di emoglobina (cellule rosse che trasportano l’ossigeno) è migliorato visibilmente.

E’ stata osservata una considerabile crescita sia nel numero di cellule bianche che rosse.

4. Polline sostiene l’immunità dell’organismo

Ricerche in vitro hanno dimostrato che le sostanze contenute nel polline d’api sono efficaci nel combattere alcune infezioni batteriche e virali, come salmonella e alcuni ceppi di virus.

A livello clinico studi hanno mostrato che la sua sua azione contro i batteri intestinali patogeni è potenziata grazie ad alcuni glucidi e fibre alimentari che il polline contiene in quantità considerevoli.

5. Polline per la prostata

Il polline crudo è utilizzato con efficacia nella terapia dell’ipertrofia prostatica e la prostatite, dimostrando un’azione inibente della crescita di tessuto della prostata, in grado di ridurre il dolore, l’infiammazione e il rischio di cancro alla prostata.

6. Polline per la tiroide

Polline contiene tirosina e metionina, due aminoacidi che sostengono il corretto funzionamento della tiroide. La tirosina è biologicamente importante in quanto precursore di vari ormoni. I più importanti sono la tiroxina (un ormone tiroideo), le catecolammine (dopamina, noradrenalina e adrenalina) e la melanina.

Per la sua ricchezza in principi antiossidanti, ma anche selenio e zinco, il polline può essere considerato un valido supporto nutrizionale nelle dieta delle persone con problemi di tiroide. Studi clinici sono ancora in corso.

7. Polline api in menopausa

Vampate di calore, sudorazione notturna, perdita di capelli, depressione e disturbi del sonno sono i più comuni sintomi della menopausa.

Negli esperimenti di laboratorio è stato dimostrato che l’introduzione del polline d’api nella dieta degli animali regola le funzioni delle ovaie.

Recentemente un interessante studio clinico pubblicato sulla rivista Molecular and Clinical Oncology ha coinvolto donne entrate in menopausa in seguito al trattamento anti-ormonale contro il tumore al seno. Le 46 persone selezionate hanno consumato per 14 giorni una miscela di polline d’api deumidificato con miele di girasole non pastorizzato.

Il 70,9% dei soggetti ha notato netti miglioramenti al loro stato di salute e alcuni hanno riportato anche effetti addizionali positivi come: perdita di capelli minore, miglioramento del transito intestinale e pressione sanguigna normalizzata.

Questo è il primo studio ad aver dimostrato che il miele preso insieme ad un polline ricco in flavonoidi può migliorare il problema delle vampate di calore in menopausa nei pazienti sotto trattamento ormonale.

8. Polline benefici per il controllo del peso

Alcuni rinomati nutrizionisti americani raccomandano il polline d’api nelle diete per il controllo del peso. Questo per la sua capacità di correggere possibili squilibri chimici nel metabolismo, coinvolti sia nell’aumento che nella perdita anomale di peso. E’ un super-alimento completo con poche calorie.

Polline d’api per dimagrire. Anche se non è un brucia grassi, come erroneamente alcuni lo definiscono, il polline crudo può essere un valido supporto per il controllo del peso. Ecco 3 vantaggi che ti può dare:

  • Aumenta l’energia e livelli di resistenza – aspetto importante per sostenere un piano di attività fisica mirato alla perdita del tessuto adiposo.
  • Sostiene il metabolismo nell’eliminare il tessuto grasso grazie alla lecitina (presente in quantità importanti). Abbinato al regolare esercizio fisico può contribuire alla crescita della massa magra grazie al suo apporto proteico.
  • Riduce gli attacchi di “fame” che spesso si verificano nelle classiche diete ipocaloriche.

Il Polline aumenta il senso di sazietà

Il suo contenuto naturale di fenilalanina aziona come un inibitore dello stimolo della fame, aumentando il senso di sazietà. Fenilalanina è un aminoacido essenziale di cui l’organismo ha bisogno per evitare i classici attacchi di “fame” incontrollata. Aziona sull’ipotalamo, il centro di controllo che fornisce appunto i segnali sulla fame e senso di sazietà.

Il farmaco sintetico che si trova invece in molti prodotti per dimagrire è solo un “cugino” della fenilalanina, un composto chimico creato in laboratorio e chiamato fenilpropanolamina. Questa sostanza sopprime in modo artificiale l’appetito sempre, quando sei in sovrappeso, magro o normopeso. Fenilpropanolamina è anche un ingrediente comune di molti decongestionanti nasali (utilizzati in caso di raffreddore, rinite allergica e sinusite). Ecco perché uno degli effetti collaterali di questi farmaci è proprio la perdita di appetito…

Per i gravi effetti collaterali che può provocare, negli ultimi anni i prodotti che contengono questa sostanza sono obbligati a riportare sulle etichette le controindicazioni che può avere soprattutto per persone con alcune patologie come problemi di tiroide e pressione alta.

Quindi ai soliti integratori e farmaci per dimagrire preferire il polline d’api crudo è un’alternativa più sana e meno costosa !

Polline delle api può essere tossico?

Come effetto dell’inquinamento che industria, agricoltura intensiva ed i centri urbani producono, anche il polline raccolto dalle api in Natura può essere altamente contaminato. In questo caso il polline può risultare per nulla salutare

Per beneficiare pienamente di tutte le sue proprietà è importante scegliere un polline d’api privo di sostanze tossiche e OGM.

Come scegliere il Polline puro e di qualità?

Polline d’api dove si compra? Essendo un prodotto molto ricercato si trova in tutte le erboristerie ma spesso è di importazione. Il polline arriva ai consumatori sotto varie forme, in commercio si trova oltre che in granuli, in compresse, tavolette masticabili o in fiale insieme a prodotti energetici.

Negli integratori comuni può essere addizionato con eccipienti e aromi sintetici per coprire il gusto naturale di alcune varietà di polline, non sempre gradito da tutti.

La qualità del polline puro dipende moltissimo da 4 parametri:

  • Zona di raccolta del polline. Quando commercializzato dalle grandi aziende, questo è quasi impossibile da sapere in quanto vengono mescolati insieme i raccolti provenienti da molti apicoltori.
  • Metodo di conduzione degli alveari (convenzionale o biologico).
  • Metodo di conservazione
  • Tempo di conservazione – è da preferire consumarlo entro un anno dalla raccolta.

The Honeyland ha selezionato solo polline d’api biologico deumidificato prodotto da alcuni piccoli apicoltori italiani in zone incontaminate: sicuramente di ottima qualità, tra i migliori presenti sul mercato del polline.

Polline benefici da quello biologico artigianale: deumidificato a freddo

Conclusioni

Moltissimi studi clinici mostrano i benefici del polline d’api di qualitàche si conferma come un super alimento da introdurre nella nostra dieta quotidiana. Molto più di un semplice integratore, il polline ha proprietà energizzanti, rivitalizzanti e immunomodulatorie.

L’utilizzo del polline come alimento funzionale è da valutare sempre insieme ad un esperto (nutrizionista, naturopata) che possa indicare la scelta di un certo tipo di polline e le quantità più adatte.

Riferimenti
  1. Campos, Maria GR, et al. “Pollen composition and standardisation of analytical methods.” Journal of Apicultural Research 47.2 (2008): 154-161.
  2. Szczêsna, Teresa. “Protein content and amino acid composition of bee-collected pollen from selected botanical origins.” Journal of Apicultural Science 50.2 (2006): 81-90. https://pdfs.semanticscholar.org/67c3/021e206caefe2e74af8afdd85741ad2320b0.pdf
  3. Lyle Hurd. “Bee Pollen – Top ranking antioxidant.” EBSCO Publishing 2003 http://www.encognitive.com/files/BEE%20POLLEN:%20Top%20Rank%20Antioxidant.pdf
  4. LeBlanc, Blaise W., et al. “Antioxidant activity of Sonoran Desert bee pollen.” Food Chemistry 115.4 (2009): 1299-1305. https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0278691513007552
  5. Pascoal, Ananias, et al. “Biological activities of commercial bee pollens: Antimicrobial, antimutagenic, antioxidant and anti-inflammatory.” Food and Chemical Toxicology 63 (2014): 233-239.
  6. T. Szczesna, “Long chain fatty acids composition of honeybee-collected pollen,” Journal of Apicultural Science, vol. 50, no. 2, pp. 65–79, 2006. 
  7. Szczesna, T., H. Rybak-Chmielewska, and W. Skowronek. “Alterations in the chemical composition of the pollen loads stored under various conditions. Pt. 1. Sugars, fat and ash.” Pszczelnicze Zeszyty Naukowe (Poland) (1995).
  8. Bevzo, V. V., and N. P. Grygor’eva. “Effect of bee pollen extract on glutathione system activity in mice liver under X-ray irradiation.” Ukrainskii biokhimicheskii zhurnal (1978) 69.4 (1997): 115-117. https://europepmc.org/abstract/med/9583135
  9. Eraslan, Gökhan, Murat Kanbur, and Sibel Silici. “Effect of carbaryl on some biochemical changes in rats: the ameliorative effect of bee pollen.” Food and Chemical Toxicology 47.1 (2009): 86-91.
  10. Kolesarova, A., et al. “Consumption of bee pollen affects rat ovarian functions.” Journal of animal physiology and animal nutrition 97.6 (2013): 1059-1065.  https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23137268
  11. Münstedt, Karsten, et al. “Bee pollen and honey for the alleviation of hot flushes and other menopausal symptoms in breast cancer patients.” Molecular and clinical oncology 3.4 (2015): 869-874.

 

 


Quanto ti è stato utile questo articolo?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (117 voti ricevuti, media: 4,51su 5)
Loading...

Per approfondire: Controindicazioni polline: 5 cose da sapere (contaminazioni e OGM inclusi)

COMMENTS

WORDPRESS: 27
  • comment-avatar

    Come prodotti il miele dal mitico 1984 quando arrivo la varroa io iniziai la passione per le mitiche api quindi trentaquattro anni che lo mangio poi la pappa reale che all’inizio prendevo dalle celle reali che costruivano  el periodo di sciamatura dai primi anni novanta iniziai il traslarvo e le stecche con le celle poi iniziò anni duemila trappole del polline e retine per il propoli e Api puntura da sempre quando si manifestano dolori un po’ dappertutto…….spariscono le api sparisco anch’io !!!!!! Salve Beppe  da Bergamo

  • comment-avatar
    Anna Monterisi 11 mesi ago

    Salve..una domanda al volo.Mi hanno regalato un vasetto di polline e vi chiedo se esso possa essere assunto dopo aver avuto un linfoma o conunque in caso di microcitemia. Grazie mille!

  • comment-avatar
    Fabiola 11 mesi ago

    Salve Ho acquistato il polline in una azienda agricola però mi sono accorta che è stato raccontato nel 2015 . Posso utilizzarlo ugualmente??

  • comment-avatar
    Enza Petrillo 11 mesi ago

    Vorrei sapere se il polline di api, preso un cucchaino al giorno, porta diarrea. Grazie

  • comment-avatar
    Marcella 12 mesi ago

    Buongiorno ci sono diverse correnti di pensiero su come assumere il polline. Io ne avrei necessità per aumentare la mia energia, ne sono quasi priva…alcuni dicono di prenderlo con latte o yogurt,alcuni di assumere il polline a stomaco vuoto. Qual’è il giusto modo di assumerlo? Dopo quanto in genere si riscontrano i primi effetti, essendo conscia del fatto che dipende da persona a persona! Grazie mille

  • comment-avatar
    SERGIO da Padova 1 anno ago

    Volevo sapere se si può prendere ogni mattina un cucchiaino di caffe per tutto l’anno
    Oppure se ci sonno dei limiti grazie.

    • comment-avatar

      Salve Sergio,
      Molte persone consumano regolarmente il polline (1-2 cucchiaini al giorno). Questo però è un dato indicativo e come per tutti gli alimenti è da valutare ogni caso individualmente in funzione della reazione dell’organismo in diversi periodi dell’anno.

  • comment-avatar
    Maria assunta Folco 1 anno ago

    Ho iniziato a prendere il polline da circa un mese solo x curiosità e devo dire che oggi mi sento in gran forma… Sono una sportiva e no prendo mai integratori sintetici – mi sono trovata molto bene e sono anche dimagrita senza rendermene conto. Mi sento veramente di consigliare questo prodotto a tutti

  • comment-avatar
    Alfonso 1 anno ago

    Salve mi chiamo Alfonso e ormai sono anni che tutte le mattine prendo il polline e posso confermare tutto ciò che avete scritto

  • comment-avatar
    Ovidio 1 anno ago

    Ciao a tutti. Sapevo che il polline e molto forte e come mete turbo a una macchina normale,ho comprato un barattoletto da un mercato con provenienza da Frosinone,e mi sto domandano se la l’inquinamento e alto.

  • comment-avatar
    Annamaria 1 anno ago

    Aumenta la sideremia?

    • comment-avatar

      Salve Annamaria,
      Alcuni studi indicano che nei soggetti anemici il polline può aiutare. Comunque nei soggetti con patologie l’assunzione di polline è da valutare per ogni singolo caso.

      Manuela

  • comment-avatar
    Carlocar 1 anno ago

    Come si assume il polline? Sciolto in acqua?

  • comment-avatar
    Marianna 1 anno ago

    Vorrei sapere se si può assumere in allattamento

    • comment-avatar

      Salve Marianna,
      Ci sono migliaia di “pollini” che variano in funzione del territorio di raccolta. Data la difficoltà di “standardizzare” la formula del polline d’api, ad oggi non esistono studi scientifici sulla sicurezza del polline d’api quando assunto in allattamento.
      Esistono pericoli reali che possono derivare dalla contaminazione del polline con sostanze tossiche che si possono trasmettere al bambino.
      Se ha già consumato in precedenza polline e non ha avvuto reazioni allergiche può consultare un’esperta (nutrizionista, naturopata) se introddure un polline di qualità nella dieta.
      Manuela

  • comment-avatar
    Mirko 1 anno ago

    Salve per quanto si può prendere il polline ???io soffro di colon irritabile può dare disturbi??
    Grazie

    • comment-avatar

      Salve Mirko,
      Per maggiori informazioni sull’assunzione di polline in caso di problemi intestinali le consiglio di consultare un’esperta che conosce le sue problematiche.

      Manuela

  • comment-avatar
    Fabio 2 anni ago

    Dove posso trovare il vostro polline?

  • comment-avatar
    Laura Taranto 2 anni ago

    Sono rimasta davvero sorpresa dalle caratteristiche curative del polline. Un’amica mi ha regalato un vasetto del vostro prodotto e inizierò a prenderlo da oggi. Io sono spesso raffreddata ma non allergica e spero proprio di rafforzare il mio sistema immunitario.

    • comment-avatar

      Siamo molto contenti che abbia scelto il nostro polline, molti clienti ci scrivono soddisfatti di avere avuto molti benefici da quando hanno iniziato ad assumerlo regolarmente. Manuela

  • 1K Condivisioni
    Condividi1K
    Pin109
    Tweet
    WhatsApp