Come aumentare le difese immunitarie: migliori alimenti e rimedi naturali

Molti si chiedono come aumentare le difese immunitarie quando c’è una malattia in corso, magari facilmente recidiva. Un forte ed attivo sistema immunitario coinvolge milioni di cellule… e servono tempo e costanza per costruirlo, non bastano 3 mesi. Se usati costantemente, i rimedi naturali abbinati ad una dieta sana possono rafforzare le tue difese in modo assolutamente naturale.

Come aumentare le difese immunitarie - rimedi naturali
Il nostro sistema immunitario è spesso indebolito da molte cose, tra cui:

  • un’alimentazione sbagliata,
  • uno stile di vita poco equilibrato,
  • un ambiente molto inquinato,
  • può essere influenzato anche da un’eredità genetica.

Davanti a tutti questi fattori, molti si chiedono: esiste qualcosa per risolvere il problema, possibilmente più in fretta possibile?

Se cerchi risposte su come aumentare le difese immunitarie in modo naturale ecco una guida per aiutarti a trovare ed eliminare le cause scientificamente provate che potrebbero indebolire il tuo organismo.

E’ importante ricordare che esistono rimedi naturali che possono avere un’azione di stimolo sul nostro organismo, ma SOLO le buone abitudini aiutano a mantenere i risultati nel tempo.

1. Difese immunitarie basse: sintomi

Cambia stagione e cominciamo a diventare più sensibili a infezioni batteriche, virali o fungine? Ci sono alcuni segnali che l’organismo ci manda per farci capire che le sue difese immunitarie sono basse:

  • Raffreddore e influenza appena cambiano le stagioni
  • Disturbi intestinali
  • Stanchezza cronica
  • Mal di gola frequenti 
  • Guarigione lenta e infiammazioni 

2. Aumentare le difese immunitarie dall’intestino

A fronte di una crescita delle intolleranze alimentari e del fenomeno della celiachia, ultimamente gli scienziati parlano dell’immunità intestinale come di un fattore che sembra avere una grande influenza su quella generale [1].

Quindi la prima difesa immunitaria del nostro corpo è rappresentata dall’intestino il cui buon funzionamento dipende dal suo microbioma (una volta chiamato flora batterica).

Le sostanze chimiche, gli antibiotici ma anche i pesticidi sono probabilmente le più importanti cause per le difese immunitarie basse, perché vanno a diminuire proprio la flora positiva presente nell’intestino.

Invece tra quelli “naturali”, la causa principale sono gli zuccheri che ci accompagnano ad ogni momento della giornata: presenti nelle marmellate, merendine e dolci da forno. Il primo passo inizia da una colazione sana che sostiene immunità.

3. Miele grezzo per rafforzare le difese immunitarie

Centinaia di studi negli ultimi 20 anni parlano di carboidrati raffinati che hanno effetti devastanti sulla salute e sull’immunità intestinale. Si tratta non solo dello zucchero bianco, ma di tutti gli zuccheri raffinati nascosti tra i dolcificanti naturali e le farine raffinate.

Purtroppo l’alimentazione moderna è vittima del cibo industriale e “preconfezionato” che ha aumentato in modo artificiale le quantità di zuccheri in questi prodotti. Perché è accaduto questo? Semplicemente le statistiche indicano che quelli più dolci “si vendono di più“.

Per aumentare le difese immunitarie puoi iniziare a sostituire (dove possibile) i carboidrati raffinati con il miele grezzo prodotto da api trattate con rispetto.

Alcuni mieli hanno importanti proprietà prebiotiche che sostengono la flora intestinale, sono ricchi di enzimi e altri fattori nutraceutici utili. Una colazione senza dolci raffinati è il primo passo per rafforzare le difese immunitarie.

4. Alimenti probiotici per aumentare le difese immunitarie

Ultimamente si parla tanto di probiotici come “integratori” prodotti artificialmente in laboratorio, ma pochi conoscono che alcuni alimenti ne possiedono naturalmente in abbondanza.

Ricco di fermenti vivi Acetobacter, l’aceto di miele non pastorizzato ottenuto con il metodo di acidificazione lenta è uno dei migliori probiotici naturali con grandi proprietà benefiche per l’intestino.

Uno dei migliori amici dell’intestino e delle nostre difese immunitarie è una salutare bevanda naturale con aceto di miele crudo biologico e un buon miele grezzo artigianale.

Come aumentare le difese immunitarie: aceto miele e miele grezzo bio

5. La salute del fegato per le difese immunitarie

Il fegato umano viene classificato di solito come un organo indispensabile per svolgere attività metaboliche, stoccaggio dei nutrienti e detossicazione. Recentemente in un articolo sulla rivista Cellular & molecular immunology alcuni specialisti irlandesi hanno messo in evidenza anche una sua funzione immunologica.

Gli specialisti del “National Institute on Alcohol Abuse” (USA) mettono  in evidenza che gli epatociti, le più numerose cellule del fegato, attivano le difese immunitarie contro i microrganismi aggressori attraverso la produzione di proteine innate dell’immunità.

Un intero “sistema immunitario epatico“, come lo descrivono gli scienziati del UCD Conway Institute di Dublin. Il fegato è responsabile per la produzione di proteine ​​di fase acutacitochine e chemochine, e contiene grandi e diverse popolazioni di cellule immunitarie residenti.

Queste includono proteine che distruggono direttamente il batterio oppure hanno complesse funzioni nell’isolare e distruggere i patogeni insieme con altri fattori dell’immunità innata.

Un recente studio di laboratorio ha messo in evidenza che negli animali con steatoepatite (NASH) si manifesta una disfunzione nella produzione di proteine  dell’immunità. Questo può contribuire ad una maggiore esposizione alle infezioni batteriche nelle persone con disfunzioni epatiche.

Ipotesi che viene confermata anche da un’analisi degli scienziati danesi su una popolazione di 7,372 pazienti con “fegato grasso”.

Quindi per rafforzare le difese immunitarie uno dei più importanti passi è quello di prendersi cura della salute del fegato attraverso l’alimentazione e lo stile di vita.

6. Integratori per sistema immunitario – adattogeni

Al contrario dei vaccini, le sostanze immunostimolanti naturali non hanno nessuna relazione antigenica specifica, ma potenziano l’azione specifica del sistema immunitario al contatto con agenti patogeni, aumentando nel sangue alcuni valori come:

  • linfociti – responsabili di liberare l’organismo da aggressioni e sostanze dannose, incluso cellule malate, mutanti e cellule cancerogene
  • gamma globuline – una proteina creata nel sangue che dona la capacità di resistere alle infezioni

Ecco i rimedi naturali adattogeni che hanno mostrato un azione immunostimolante sull’organismo in vari studi clinici:  polline d’api e propoli grezza.

7. Polline d’api per aumentare le difese immunitarie

Un interessante report presentato al congresso Apimondia in Francia, ha mostrato gli effetti benefici del polline nel rafforzare il sistema immunitario dei bambini.

Dalla ricerca viene indicato che “Si è notato un aumento del livello di linfociti nel sangue, gamma globuline e proteine nei soggetti a cui è stato somministrato polline.”

La differenza più significativa si è notata in linfociti. Questi risultati significano quindi che il polline è stato utile per aumentare le difese immunitarie.

Come aumentare le difese immunitarie con polline d'api

8. Aumentare le difese immunitarie: Propoli grezza

Oltre ad essere una valida alternativa agli antibiotici, grazie alla sua capacità di inibire lo sviluppo di vari ceppi batterici come l’Escherichia Coli e numerose salmonelle, la propoli grezza ha mostrato proprietà antivirali e immunostimolanti. 

L’assunzione della propoli fresca contribuisce ad innalzare le difese del sistema immunitario grazie ad una complessa combinazione di sostanze tra cui flavonoidi che sono contenuti in grande quantità nella propoli (fino al 20% del peso): acacetina, crisina, pectolinarigenina, tettocrisina betuletolo, ermanina, galangina, isalpinina, isoramnetina, quercetina, ramnazina, ramnetina, ramnocitrina, pinocembrina, pinostrobina.

Svolgono un’azione immunostimolante che consiste in un aumento della produzione di leucociti polinucleati, gamma globuline, attività timica in generale, in un potenziamento dell’attività mesenchimale e in un’attivazione della fagocitosi dei macrofagi.

L’efficienza della propoli è massima in quella grezza da produzioni artigianali. Nella lavorazione industriale della propoli i trattamenti termici diminuiscono drasticamente il contenuto di flavonoidi e sostanze volatili.

Per avere una propoli priva di sostanze inquinanti (pesticidi, antibiotici, metalli pesanti) preferire la propoli biologica grezza da apicoltori italiani, una delle migliori al mondo.

9. Come aumentare le difese immunitarie con Aloe Vera

Nella spremuta fresca di Aloe vera i ricercatori hanno evidenziato 75 componenti e 200 fitonutrienti potenzialmente attivi tra cui  che includono vitamine, minerali, polisaccaridi, enzimi, aminoacidi, saponine e acido salicilico.

I polissacaridi (mannani) sono stati i componenti più studiati dell’Aloe vera per le loro possibili proprietà immunostimolanti. Negli sperimenti in vitro Acemannano è in grado di stimolare la produzione di molecole chiamate citochine mentre Aloeride si mostra come forte stimolante del sistema immunitario. 

Per la prima volta in 2009, uno studio in vivo pubblicato sulla rivista Carbohydrate Polymers dimonstra che i polissacaridi dell’Aloe vera sono efficienti nel sostenere l’immunità naturale sui animali.

E’ sempre più studiata l’azione di rinnovamento cellulare dell’Aloe dovuta anche alla triade aminoacidiglicoproteineenzimi antinfiammatori.

Anche se non è molto chiaro il suo meccanismo di azione, molti specialisti ipotizzano che l’effetto  immunostimolante dell’Aloe Vera avviene principalmente perché migliora il processo digestivo e diminuisce l’infiammazione nell’organismo. Mentre fornisce importanti nutrienti, assicura anche il loro assorbimento al livello cellulare.

Purtroppo la lavorazione industriale (chimica e termica) dell’aloe può deteriorare il contenuto di Acemannano nella maggior parte dei prodotti di Aloe Vera. Ideale sarebbe consumare l’Aloe vera fresca e artigianale di filiera corta.

10. Come aumentare le difese immunitarie nei bambini

Molti genitori si chiedono come aumentare le difese immunitarie nei loro figli che si confrontano spesso con raffreddori e assumono molti antibiotici; a lungo termine sono proprio questi a provocare un calo delle difese dell’organismo. Oltre i rimedi elencati sopra c’è di particolare interesse la combinazione di miele grezzo, polline e propoli grezza.

Il polline d’api è un alimento completo. Contiene più di 96 nutrienti vitali superando in modo netto il germe di grano e il lievito di birra. Analisi di laboratorio indicano che un solo granulo di polline raccolto dalle api è ricco di proteine, aminoacidi liberi, vitamine, incluso il gruppo B e l’acido folico, grassi, carboidrati, enzimi e sali minerali, presenti in proporzioni diverse in base all’origine botanica del fiore.

Per i bambini l’assunzione del polline crudo è più facile insieme con miele che deve essere grezzo e di qualità.

Miele con polline crudo, propoli biologico

Miele con polline crudo e propoli – 100% italiano e biologico

11. Aumentare le difese immunitarie per adulti – longevità

Di grande importanza biologica per tutti gli organismi viventi, RNA e DNA sono fattori fondamentali per la buona salute e lo stato di longevità. Sono inoltre responsabili nel coordinare la crescita, il rinnovo e la riparazione cellulare – il danneggiamento di questi acidi causa invecchiamento prematuro e l’abbassamento delle difese immunitarie.

RNA-DNA sono consumati dall’organismo attraverso l’esercizio fisico e nei periodi di stress. Anche l’inquinamento e una dieta povera riducono la presenza di RNA-DNA. Rifornire l’organismo di RNA-DNA è un fattore importantissimo per mantenerci in salute.

Il polline deumidificato possiede inoltre un alto contenuto di acidi nucleici RNA (acido ribonucleico) e DNA (acido desossiribonucleico).

Se vuoi avere tutti i benefici del polline d’api meglio scegliere un polline artigianale biologico di alta qualità.

12. Conclusioni

Rafforzare l’immunità in modo naturale è da desiderare, ma dati i molti fattori che lo  indeboliscono è spesso molto difficile a ottenere risultati positivi con metodi fai da te.

Le difese immunitarie non si costruiscono in un mese oppure due, ma per tutti i giorni dell’anno.

Riferimenti
  1. Robinson, Mark W., Cathal Harmon, and Cliona O’Farrelly. “Liver immunology and its role in inflammation and homeostasis.” Cellular & molecular immunology 13.3 (2016): 267.
  2. Nemeth, Eszter, Alan W. Baird, and Cliona O’Farrelly. “Microanatomy of the liver immune system.” Seminars in immunopathology. Vol. 31. No. 3. Springer-Verlag, 2009.
  3. Zhou, Zhou, Ming-Jiang Xu, and Bin Gao. “Hepatocytes: a key cell type for innate immunity.” Cellular & molecular immunology13.3 (2016): 301.
  4. Thomsen, Karen L., et al. “Non‐alcoholic steatohepatitis weakens the acute phase response to endotoxin in rats.” Liver International 34.10 (2014): 1584-1592.
  5. Jepsen, Peter, et al. “Prognosis of patients with a diagnosis of fatty liver–a registry-based cohort study.” Hepato-gastroenterology 50.54 (2003): 2101-2104.

 

 


Quanto ti è stato utile questo articolo?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (48 voti ricevuti, media: 4,35su 5)
Loading...

Per approfondire: Depurare il fegato: migliori alimenti e rimedi naturali

COMMENTS

WORDPRESS: 4
  • comment-avatar
    Bruna 1 anno ago

    Sono sempre bassa di difese immunitarie mi ammlo spesso e sono sempre stanca. Cosa posso fare.?

    • comment-avatar

      Bongiorno Bruna,

      La sua situazione richiede un’analisi approfondita. Come evidenziato anche nell’articolo, rafforzare le difese immunitarie è un percorso complesso e spesso non è sufficiente acquistare in farmacia un integratore per vedere dei risultati.

      Le consiglio di consultare un’esperta che le potrà indicare i rimedi naturali e gli integratori più adatti per le sue esigenze e seguire i suoi progressi nel tempo.

  • comment-avatar
    Soly 1 anno ago

    Salve, vorrei un consiglio. Ho 37 anni e sin da piccola ho sofferto spesso di tonsilliti e faringiti che mi hanno costretta all’utilizzo di antibiotici. Durante l’ anno, ancora ad oggi, mi ammalo ad ogni cambio di stagione e ripetutamente nei mesi freddi. Qualsiasi virus mi attacca facilmente e impiego molto tempo per debellarlo. Nel corso del tempo, ai problemi alle vie respiratorie si sono aggiunti la sindrome del colon irritabile e ripetute gastroenteriti. L’anno scorso ho assunto per 3 mesi un immunostimolatore e sto prendendo attualmente un probiotico per il colon. Credo di avere le difese immunitarie davvero basse e vorrei rimediare. Come posso fare? Grazie in anticipo.

    • comment-avatar

      Bongiorno Soly,

      La sua situazione è complessa e richiede un’analisi approfondita. Come evidenziato anche nell’articolo, rafforzare le difese immunitarie è un percorso complesso e spesso non è sufficiente acquistare in farmacia un integratore per vedere dei risultati.

      Le consiglio di consultare un’esperta che le potrà indicare i rimedi naturali e gli integratori più adatti per le sue esigenze e seguire i suoi progressi nel tempo.

      Manuela

  • 167 Condivisioni
    Condividi157
    Pin10
    Tweet